Lo schiaffo

More about Lo schiaffo

In un pomeriggio di fine estate a Melbourne, un microcosmo cosmopolita di uomini e donne si ritrova attorno al barbecue di Aisha e Hector, lei affascinante veterinaria di origine indiana, lui avvenente quarantenne di origine greca. Assieme ai padroni di casa ci sono Harry, il ricco cugino di Hector, e sua moglie Sandi, una serba con un corpo da fotomodella; Bilal, un aborigeno appena convertito all’islam, e sua moglie Shamira; Anouk, sceneggiatrice di soap accompagnata da Rhys, un giovane attore, sua fiamma del momento; Rosie, amica di lunga data di Aisha, con il marito Gary, pittore fallito dedito all’alcol, ed il pestifero figlioletto Hugo; Manolis, anziano padre di Hector, e Connie, giovane collaboratrice di Aisha.

Tutto sembra procedere per il meglio sino a quando il piccolo Hugo, sferra un calcione negli stinchi di Harry e questi, senza pensarci due volte colpisce il bambino con un sonoro schiaffo.

Da quel momento l’esile equilibrio di quella piccola comunità, una apparente armonica mescolanza di culture e mondi differenti, crolla. E i risentimenti, i pregiudizi sociali e razziali, riaffiorano prepotentemente, scavando abissi incolmabili.

Lo schiaffo diventa un pretesto per analizzare le reazioni, e più in generale i pensieri e lo stile di vita, di ognuno dei personaggi coinvolti. Ogni capitolo porta il nome di uno degli invitati portando il lettore a rivivere di volta in volta la vicenda nell’ottica dei differenti protagonisti.

La narrazione fa venire a galla la fragilità della società multiculturale, la precarietà degli equilibri su cui essa si regge, aprendo armadi pieni di scheletri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...