Archivi del mese: novembre 2014

Neuland

Neuland

Ho appena finito di leggere Neuland di Eshkol Nevo

Neuland, ovvero Nuova Terra, il luogo dell’accoglienza verso cui idealmente convergono i percorsi dei diversi protagonisti di questo libro: quello di Dori e Inbar, che partono da Israele per arrivare nella lontana Argentina, alla ricerca di Meni Peleg, padre di Dori, eroe della guerra del Kippur, scomparso in Sudamerica; ma anche il lungo cammino della nonna di Inbar, Lili, il cui viaggio inizia a Varsavia, all’età di 21 anni, a bordo della Tiger Hill, in fuga dal nazismo.

Nevo intreccia queste vicende, inserendo nella trama elementi poco conosciuti del mito e della storia di Israele, che aiutano a comprendere meglio la complessità di questo Paese, quali la leggenda dell’ebreo errante o le vicende del barone Hirsch, promotore di un utopico progetto di insediamento ebraico in Argentina, metafora di ciò che Israele “avrebbe potuto essere ma non è”.

“Quando vai errando, i tuoi ricordi d’infanzia sono così concreti che uno di loro potrebbe anche sedersi vicino a te sull’autobus. Quando vai errando, i lacci delle scarpe dell’animo ti si slacciano più spesso.”

Annunci