L’autoscatto del macaco

300px-macaca_nigra_self-portrait

Nel 2011 il fotografo naturalista David Slater, durante un viaggio in Indonesia per un servizio fotografico sui cinopitechi (Macaca nigra), decise di lasciare la propria macchina fotografica su un treppiedi lasciando il comando a distanza dello scatto inserito, a disposizione dei macachi.

Una femmina schiacciò più volte il dispositivo scattando diverse fotografie: molte risultarono non utilizzabili, ma alcune presentavano invece chiare inquadrature del macaco, che Slater distribuì chiamandole “autoscatto del macaco”. Il fotografo vendette le foto all’agenzia di stampa Caters, rivendicandone il copyright.

Attorno a queste fotografie si è sviluppata una querelle sulla questione dei diritti d’autore. Nel 2014 le immagini vennero infatti caricate sui server di Wikimedia Commons che contestando la rivendicazione del copyright da parte di Slater le ha ritenute immagini di pubblico dominio,  in base al fatto che i diritti di autore spetterebbero al macaco, che in quanto non umano non può essere considerato una personalità giuridica  soggetta alla legge sul copyright.

Per saperne di più vedi Autoscatto del macaco su wikipedia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...